22
Sun, May

Typography

Alle ore 12.00 (ora locale) di ieri, 5 maggio 2022, è deceduto per arresto cardiaco nella comunità di Kochi (India)

Don Sebastian Aloysius Kokkatt
86 anni di età, 65 di vita paolina, 62 di professione, 54 di sacerdozio

Don Aloysius nasce a Bharananganam (Kerala, India) il 24 aprile 1936, in una famiglia con sei figli, dai genitori Kurian ed Elisabeth. La sua era una famiglia profondamente religiosa che ha offerto alla Chiesa molti sacerdoti e suore. Il fratello minore, don Kuruvila, è stato un missionario pioniere che ha sviluppato un centro missionario ad Agra, nel Nord dell'India, mentre lo zio materno è il Servo di Dio Arcivescovo Mar Mathew Kavukattu di Changanassery.

Don Aloysius entra nella comunità di Allahabad il 21 giugno 1956. Dopo due anni di studi e un anno di noviziato, emette la prima Professione religiosa il 16 luglio 1959. Terminato il corso di filosofia nella comunità di Allahabad, parte per Roma dove studia teologia presso il nostro Collegio Internazionale Paolino. A Roma si consacra in perpetuo l’8 settembre 1964 e viene ordinato Presbitero il 30 giugno del 1967.

Ritornato in India inizia il suo ministero paolino nella comunità di Mumbai come maestro degli aspiranti, servizio che svolge fino alla nomina di superiore della stessa comunità, avvenuta nel 1974. L’anno successivo dà vita alla rivista dedicata alla famiglia Home Life, della quale è anche direttore fino al 1979, quando parte ancora per Roma per conseguire la licenza in Teologia spirituale presso l'Università Gregoriana. Al suo ritorno in India è nominato superiore della comunità di Bangalore, carica che ricopre fino al 1986.Per circa 17 anni (1987-1998, 2003-2009), don Aloysius lavora nella redazione della St Pauls-Byb, sia come direttore editoriale (1988-1990, 1996-1998) che come vicedirettore, dando stabilità al lavoro redazionale. Ha anche operato all'Indian Catholic Press Association come segretario dal 1976 al 1979 e successivamente ha continuato a collaborare con la direzione editoriale, valutando i manoscritti per le nostre pubblicazioni, fino al 2013.Don Aloysius non godeva di buona salute e non ha potuto dare il meglio di sé, come avrebbe voluto, nelle responsabilità che gli erano state affidate, sia nell'ambito apostolico che nell'animazione comunitaria. Tuttavia, accettando con pazienza e amore la propria infermità, ha contribuito in ogni modo possibile alla crescita della Provincia e del suo apostolato. Dal 2013 si trovava nella comunità di Kochi per le cure necessarie. Il 21 aprile 2022, don Aloysius ha dovuto subire l'amputazione della gamba destra a causa del diabete, presso il Lisie Hospital di Ernakulam. Nella mattinata di ieri 5 maggio è subentrato un arresto cardiaco che è stato fatale.Don Aloysius era un uomo buono, impegnato a coltivare una profonda spiritualità, facile nell’intessere relazioni e mantenere rapporti amicali. Il Superiore generale, don Valdir José De Castro, citando il Beato Giacomo Alberione, così gli scriveva per il 50° di sacerdozio: «Il Sacerdote Paolino nel suo amore a Dio e agli uomini, tutto quello che è ed ha, vuole adoperare per loro: scienza, salute, preghiera, forze e la vita stessa». Ed è quello che ha fatto don Aloysius.Possa la Madonna – la Madre del Verbo, la Figlia prediletta del Padre e il tempio dello Spirito Santo – accoglierlo nelle sue braccia.Il Signore ricompensi questo nostro confratello con abbondanza e chiediamo a lui di intercedere numerose e sante vocazioni presso Dio per la Provincia dell’India-Gran Bretagna-Irlanda, per la nostra Congregazione e per tutta la Famiglia Paolina.

 

Roma, 6 maggio 2022                                         

Don Vito Spagnolo, ssp


Domani sabato 7 maggio, alle ore 14.00, sarà celebrato il funerale presso la Chiesa di Gesù Bambino a Elikulam (Kanjirappally - Kerala). Don Aloysium sarà poi tumulato nella tomba di famiglia. 

I Superiori di Circoscrizione informino le loro comunità per i suffragi prescritti (Cost. 65 e 65.1).


  pdf ITA (123 KB) pdf ESP (93 KB) pdf ENG (94 KB)

 

Agenda Paolina

May 22, 2022

VI di Pasqua (bianco)
At 15,1-2.22-29; Sal 66; Ap 21,10-14.22-23; Gv 14,23-29

May 22, 2022

* FSP: 1967 a Legazpi (Filippine) • PD: 2019 ad Ermesinde (Portogallo) • SJBP: 2018 a Taoyuan City (Taiwan).

May 22, 2022

SSP: D. Alfonso Tsukamoto (2003) - D. Attilio Tempra (2003) - D. Pankaj Kandulna (2020) • FSP: Sr. M. Felicina Belli (1994) - Sr. Costanza Castagnolo (2006) - Sr. Elena Marsiglia (2008) - Sr. Bernarda Vicario (2010) - Sr. M. Flaviana Cavallin (2016) - Sr. M. Amabilis Suzuki (2019) - Sr. M. Timothy Coniglio (2021) • PD: Sr. M. Giovanna Liverani (1974) - Sr. M. Gesuina Baschirotto (1979) - Sr. M. Benedetta Marigliano (1996) - Sr. M. Loredana Vito (2009) • ISF: Pietro Monaldi (1998).

Thoughts

May 22, 2022

Vi sono anime che temono il peccato in modo sregolato perché il loro timore non è temperato dalla fiducia, e vivono in agitazione paurosa e pericolosa, vivono nello scrupolo. Altre invece non lo temono, come se la religiosa non potesse cadervi. Questo è un errore deleterio perché per nessuno sulla terra vi è sicurezza (APD47, 261).

May 22, 2022

Hay almas que temen el pecado de modo exagerado porque su temor no está atemperado por la confianza, y viven en agitación pavorosa y arriesgada, sufren de escrúpulo. Otras, en cambio, no lo temen, como si la persona religiosa no pudiera caer. Este es un error deletéreo pues para nadie en la tierra hay seguridad (APD47, 261).

May 22, 2022

Some are afraid of sin in a disorderly manner because their fear is not moderated by the trust. They live in fearful and dangerous agitation, in scruple. Others instead are not afraid, as if the religious would not fail. This is a harmful error because security is for nobody on earth (APD47, 261).